...

Raccomandazioni #27:A LETTER FROM TREETOPS – Pneumatic Tubes

di:

Treetops è un Campo Estivo in America. Durante gli anni ‘60 il padre di Jesse Chandler (moniker dietro Pneumatic Tubes) trascorreva le sue estati insieme alle sue tre sorelle in questo campeggio.

Erano mesi fuori dal tempo ordinario. Erano mesi immersi in una realtà parallela.

Estati fatte di tuffi e bagni nel Lake Placid (“Joyus Lake”). Giorni in cui si facevano nuove amicizie con cui si giocava di nascosto la notte nelle camerate a Mumbly Peg (“Mubly Peg”), illuminati solamente dalle fioche torce. 

C’erano anche momenti dove si sperimentava lo spaesamento, quel tempo che non passa mai (“Slow Faws”), la solitudine, la nostalgia di casa e dei propri genitori (“Deep Breath”).

La natura, specie all’alba, si dispiegava nella sua grandezza e splendore (“Camp Sunforst”). 

In “Magic Meadow” si assaporano i pomeriggi trascorsi a rotolarsi nei prati. 

Durante le notti di luna piena si scopriva che nel bosco ci vivevano anche le streghe, che potevano spaventarti, ma anche iniziarti, con le loro voci sibilline, ai misteri del Mondo (“Whitch Water).  

Queste estati meravigliose purtroppo malinconicamente finivano (“Summer’s End”).

Con questo album fatto di brevi ritratti teneri, bucolici e psichedelici Jesse cerca di inviarci, come se fossero tante brevi letterine, le avventure e le emozioni di quei giorni lontani nel tempo. Un tempo non suo, ma a lui tramandato. Ricordi non esatti, ma trasognati, sfocati e risignificati. 

Il padre di Jesse, David Chandler, è morto nel 2019, ma con questo magnifico album i suoi ricordi sono ancora vivi in Jesse e ora in noi. 

Treetops, dopo oltre cento anni dalla sua nascita, ancora esiste.